Il Viaggio

Il Viaggio

Viaggiare come quando perché

Il primo post di questa sezione lo dedico ai motivi del viaggio a come viaggiamo e perché lo facciamo. La sezione viaggi in questo blog può sembrare fuori luogo in effetti non lo è, anzi spero di riuscire a farvi capire quanto è importante per tutto il nostro mondo.
Io e Ca abbiamo sempre viaggiato il più possibile per un motivo o per l’altro. Perché amiamo viaggiare va al di là delle solite motivazioni di rito. Viaggio per conoscere nuove culture, per scoprire nuove usanze, per sentire un’altra lingua, per vedere posti nuovi, per riposare la mente e ripartire meglio di prima. Si certo tutte queste motivazioni sono vere, ma c’è qualcosa di più. Qualcosa che parte da dentro con un volo prenotato la vita è più lieve.
In viaggio ritroviamo i veri noi stessi è come se fossimo nati per farlo. Viaggiamo per condividere esperienze. Per riportare a casa tutti i sorrisi gli scambi che nel viaggio incontriamo. Poi io personalmente viaggio per mangiare tutto quello che riesco.
Sono convinto che si conosca meglio un popolo assaggiando la loro cucina che non sui libri. Attraverso un piatto passano a volte secoli di storia di accadimenti di influenze di contaminazioni. Per esempio nella cucina siciliana si ritrovano chiaramente le influenze delle passate dominazioni. Che hanno influenzato si la cucina, ma anche i tratti caratteriali dei siciliani. Viaggiamo perché siamo curiosi di vedere scoprire altre realtà. Solamente il filtro del confronto può farti capire meglio la tua realtà.
Viaggiamo per avere un profondo arricchimento umano. Una frase che mi appartiene anche se è di Marcel Proust è: “il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”.
Al ritorno da un viaggio si hanno nuovi occhi.
Vi chiederete quando è il momento giusto per viaggiare beh ci sono diversi parametri.
Valutare la stagione del paese di destinazione, il proprio lavoro, la disponibilità economica… secondo me il quando è legato ad altro…
quando la propria realtà vive di una monotonia immobilizzante
quando non esistono più stimoli
quando si è felici
quando si è tristi
quando si è troppo stanchi
quando si ha bisogno di sentirsi vivi
sul come ognuno ha le sue preferenze, ma vi posso garantire che il come può modificare di molto il proprio viaggio o meglio come sentirvi durante lo stesso.
Un consiglio che vi posso dare è di non programmare troppo… il bello del viaggio è prestare orecchi a quello che vi accade e se non trovo da dormire??? dormi in spiaggia !! e se sto fermo 3 giorni nello stesso paesello sperduto di pescatori perchè non c’è modo di spostarmi prima?
Beh occasione unica per assaporare la quotidianità di quel luogo per fare incontri veri bisognerebbe eliminare la frenesia che è propria della vita che lasci quando vai in viaggio purtroppo i villaggi vacanze ci hanno tolto il gusto del viaggio si vive con altri orari da rispettare con altre scadenze, per carità gioiose, ma pur sempre orari e meccanismi scadenze una sorta di stress come se non riuscissimo del tutto a farne a meno.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *