Quarta sera del corso di cucina combinata

corso di cucina combinata

Quarta e ultima lezione del nostro corso di cucina combinata e questa volta abbiamo viaggiato
dal Vietnam al Giappone, preparando tre piatti :
il Vietnam Roll, le Linguine Umami e la nostra Cotoletta alla Giapponese con Puré al
rafano
.
Grembiule, canovaccio, copricapo e mani lavate!!!!
In cucina!!!
Al momento della scelta della postazione Julian, un giovane appassionatissimo di cucina, mi
ha chiesto timidamente se poteva usare il suo coltello e il suo tagliere.
L’ho osservato tirare fuori il suo monile con così tanta passione che mi ha entusiasmato ancor
di più.
Durante i saluti ho ricordato i prossimi eventi del Mondo dell’ Angelo fino al Natale, quando
proporremo, come idea regalo, le nostre confezioni con tutti gli ingredienti necessari a
preparare i miei piatti.
Da metà novembre saranno in vendita solo ed esclusivamente qui da noi.
Per prima cosa abbiamo messo a marinare le cotolette di maiale, come da ricetta originale
giapponese il Tonkatsu che deve essere immerso nella bagna per un po’ di tempo.
Per il contorno ho deciso di preparare la mia variante del purè con il rafano che ha destato
subito molta curiosità.
Lo abbiamo pulito e sminuzzato, i più temerari lo hanno anche assaggiato.
Questa radice è un attaccabrighe con un lato gentile, è la versione europea di quello verde
brillante giapponese detto wasabi.
Con i suoi elementi balsamici e acri può farvi lacrimare gli occhi, ma unito alla patata diventa
un ottimo contorno per piatti saporiti e carni di maiale.
Poi abbiamo preparato il purè in modo tradizionale e unito alla crema di rafano.
A questo punto ho fatto vedere le due tecniche per il Vietnam Roll e ho raccontato quando l’ho
visto fare la prima volta.
Ero nel nord del Vietnam e stavo facendo “gasolina” al motorino. Il carburante viene venduto
in bottiglie dal litro in quella zona. Poco distante una bellissima ragazza stava arrotolando
dentro a delle cialde di riso un sacco di verdure fresche e degli spaghetti di soia. Attratto da lei,
ma soprattutto da quello che stava facendo mi sono avvicinato e per due ore l’ho osservata
cucinare. In quel pomeriggio ho imparato due tecniche semplici e di sicuro effetto anche perché
davvero, arrivano dall’altra parte del mondo.
Come sempre l’assaggio del Vietnam Roll ha entusiasmato tutti …
Lo abbiamo abbinato ad una FORST V.I.P. PILS birra dal gusto secco e amaro che con la sua
freschezza valorizza al meglio la delicatezza dei Vietman roll.
Quando ho iniziato a parlare del quinto gusto Umami sono rimasti tutti a bocca aperta con la
voglia di scoprire cosa fosse e in che modo lo avessi usato per creare un mio piatto.
Le Linguine Umami , una mia specialità, hanno ingredienti comuni che tutti noi usiamo
spesso, ma la loro combinazione, rende molto riconoscibile il gusto umami e questo era
proprio il mio intento quando ho pensato il piatto.
Mentre impanavamo il Tonkatsu nel Panko le linguine cuocevano.
A fine cottura, dopo aver impiattato, ci siamo spostati a tavola.
Al primo assaggio di linguine è calato un po’ di silenzio…..:)
Devo dire che questo mi ha fatto piacere ho visto tutti i miei allievi mangiare di gusto.
Quando si cucina lo si fa sempre per qualcuno e in particolare per qualcuno che apprezza.
Le linguine Umami le abbiamo abbinate con una FORST SIXTUS dal gusto vellutato di
caramello tostato e speziato.
L’ ultimo piatto condiviso a tavola del nostro corso e’ stato la cotoletta giapponese che abbiamo abbinato divinamente con la Weiss della WEIHENSTEPHAN.
E’ giunto il momento di Luciano, il mio allievo appassionato di cake design, che ci ha realizzato una torta logata e Gluten-free per condividerla con il tutto gruppo compreso il compagno di corso celiaco Andrea.
Una sorpresa!!!!!
Grazie Luciano era davvero buonissima.
Una tavolata di allievi insieme a me e’ il risultato piu’ importante che abbiamo raggiunto, con confronti di esperienze, curiosita’ e passioni…sono l’ inizio di una nuova storia! Arrivederci al prossimo viaggio insieme!!!!

corso di cucina combinata
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *